Tecnologia

Un termine che abbraccia veramente molte cose. Un tempo con il termine tecnica si intendeva il “saper fare”.
Riprendiamo il significato indicato da wikipedia: «La parola tecnologia indica perciò la catalogazione e lo studio sistematico di tecniche, spesso riferite ad un certo ambito specifico»; e noi toccheremo un po’ tutti gli ambiti.
Certo oggi il centro sembra essere la tecnologia informatica, è questa che sta invadendo sempre più le nostre vite rendendosi sempre più indispensabile e non sostituibile (fino a prova contraria, o fino alla scoperta di una nuova tecnologia che la superi). Mentre un tempo era l’elettronica il cavallo vincente ora è stato superato dall’informatica e domani?
Ma noi tratteremo un po’ di tutto e non solo “la moda” del momento ma tutto ciò che di bello, divertente, utile ci porta la tecnologia!
Tuffiamoci in questo mondo affascinante, in continua evoluzione che ci stimola ad andare sempre avanti e a non fermarci. A non dare nulla per scontato e a riallinearci ogni volta con il momento presente.
Insomma, la tecnologia può essere veramente affascinante, basta saperla “imbrigliare” per non farci guidare da essa ma essere noi a guidare lei. ;)

Speed test: cos’è e come utilizzarlo

Speed test: cos’è e come utilizzarlo

Introduzione allo speed test Nell’era di internet, una velocità di connessione estremamente alta è fondamentale per fruire appieno di tutti i contenuti messi a disposizione dal web. Che sia per lavoro o per puro intrattenimento, i contenuti sono diventati sempre più pesanti, necessitando quindi di una velocità di connessione molto alta per poter godere di questi contenuti. Con le connessioni ADSL e fibra è quindi possibile accedere a questo mondo digitale molto agilmente. Le aziende mettono a disposizione diverse offerte e contratti, e ognuno di questi comporta diverse velocità e garanzie. Ma come accertarsi che i valori contrattuali dell’azienda rispecchino la velocità reale? Lo speed test è un servizio web messo a disposizione da alcune aziende per permettere la misurazione da parte di qualunque utente della velocità della propria linea di internet. In questo modo, l’utente sarà in grado di conoscere i valori della propria connessione, capire se sono presenti dei problemi sulla propria linea e se essa rispetta il contratto e i valori forniti dall’azienda che provvede al servizio. Cosa misura lo speed test Gli speed test disponibili su internet generalmente misurano tre valori: il ping (o la latenza), la velocità di download e la velocità di upload. Il primo di questi valori, il ping, viene misurato in millisecondi. Esso consiste nel calcolo del Round Trip Time, o RTT, necessario per inviare dei pacchetti di dati dal computer in remoto al server e ottenere la risposta. Il secondo di questi valori è la velocità di download: un numero di pacchetti poco pesanti viene scaricato dal server sul computer, dopodiché ne viene inviato un altro più pesante a seconda della velocità di download dei primi pacchetti inviati. La velocità media, basata sempre su un tempo di 15 secondi di download, risulta essere la velocità di download disponibile, e viene misurata in Mbps, ovvero in Megabit per secondo. Il terzo e ultimo valore misurato è la velocità di upload, anch’essa misurata in Mbps. Il processo che avviene è il contrario di quello utilizzato per misurare la velocità di download: il computer sceglie alcuni pacchetti di dati da inviare al server per determinare la velocità iniziale, e in base a questa poi invia un nuovo pacchetto di dati più pesante per determinare la velocità media di upload finale. Una volta effettuate queste tre misurazioni, lo speed test recherà a schermo i risultati della linea dell’utente. Esito dello speed test Quindi, lo speed test in conclusione può dare un valore piuttosto indicativo della qualità della linea internet utilizzata. Tuttavia, lo speed test non è un valore assoluto. Esistono molte situazioni che posso determinare una velocità più bassa di quella reale e percepita dal servizio web utilizzato, che include eventuali lavori sulla linea...

Read More

Lavatrici: le novità del 2017 su Yeppon

Lavatrici: le novità del 2017 su Yeppon

Le lavatrici sono elettrodomestici di cui è impossibile fare a meno, negli anni hanno subito diverse migliorie con l’introduzione di nuove funzionalità per diversi capi di vestiario, assieme all’impiego di tecnologie che riducono i consumi. Grandi brand internazionali come Whirlpool o Samsung hanno immesso sul mercato modelli dalle alte performance, però questo non significa che una lavatrice vale l’altra: dovete comunque scegliere con cura il prodotto che soddisfa appieno le vostre esigenze, basandovi sulla capacità del cestello, il risparmio energetico, le modalità di lavaggio disponibili e il numero di giri. Non serve che vi mettiate a consultare le schede tecniche di tutti i modelli di lavatrici in offerta che troverete online: nell’articolo sono stati selezionati diversi prodotti per guidarvi nella scelta giusta. Le offerte sulle lavatrici Whirlpool Il primo fattore da prendere in considerazione è la capacità di lavaggio, ossia quanti Kg di vestiti potete lavare in un solo ciclo. I single e le coppie, per esempio, possono trovare soddisfacenti i modelli da 7 o 8 Kg, mentre le famiglie più numerose dovrebbero guardare alle lavatrici da 8 Kg in su. Il modello AWS7100 di Whirlpool, tra le lavatrici in offerta, è un buon esempio di prodotto per le esigenze di single e coppie, per via della sua capacità di lavaggio di 7 Kg. La centrifuga ha una velocità di 1000 giri al minuto, appartiene alla classe di efficacia C, mentre quella del lavaggio è una A. La classe di efficienza dei consumi è invece una A++. Se le vostre necessità vi impongono un modello più capiente, senza però rinunciare al risparmio energetico, potete prendere in considerazione altre lavatrici Whirlpool, come la FSCR80421, a carica frontale e con una capacità da 8 Kg. Questo modello a installazione libera ha una centrifuga con una velocità di 1400 giri al minuto con una B in fatto di classe di efficacia; la classe del lavaggio invece è una A, mentre quella di risparmio energetico è una A+++, ossia il massimo livello, segno della grande attenzione del brand per le tematiche di rispetto dell’ambiente. Il modello è dotato anche di protezione per i bambini e del comodo indicatore del tempo rimanente alla fine del lavaggio, che potete trovare sul display incorporato. Altra funzione molto apprezzata è la partenza differita, che vi permette di impostare quando fare iniziare il ciclo di lavaggio. Se pensate che un modello ancora più capiente sia ciò di cui avete bisogno, allora dovete puntare sulla lavatrice Whirlpool FSCR90421, che offre una capacità di lavaggio di 9 Kg e diversi programmi per il vostro bucato: Cotone, Delicati/Seta, Eco, Intenso, Prelavaggio, Rapido, Sintetici. Le lavatrici in offerta di Samsung Samsung è un altro leader del mercato degli elettrodomestici che offre sempre...

Read More

Lo smartwatch sostituirà lo smartphone?

Lo smartwatch sostituirà lo smartphone?

Lo smartwatch, prodotto tecnologico che si è affacciato da breve tempo sul mercato, può realmente essere in grado di sostituire lo smartphone? C’è chi sostiene che questo strumento , ma prima di approfondire questo aspetto cerchiamo di capire di che cosa si tratta. Che cos’è lo smartwatch? Lo smartwatch, come si può intuire dal suo stesso nome, è una sorta di smartphone da polso: grazie agli importanti progressi registratisi in ambito tecnologico negli ultimi tempi, infatti, si è riuscito ad includere in uno spazio estremamente piccolo quale il quadrante di un comune orologio da polso tutte le principali funzionalità che contraddistinguono i moderni telefoni Android. L’elenco di operazioni che è possibile effettuare utilizzando uno smartwatch, infatti, è vastissimo: utilizzando un particolare orologio da polso come questo è possibile fare delle ricerche in rete, utilizzare i Social Network, controllare le notifiche, leggere degli SMS, utilizzare WhatsApp, altri programmi di messaggistica istantanea e tantissime altre applicazioni. Come può rivelarsi utile uno smartwatch? Come si può ben intuire, quindi, immaginare che uno smartwatch possa sostituire uno smartphone è un’ipotesi tutt’altro che chimerica: grazie ad uno smartwatch è possibile compiere tantissime diverse operazioni online senza dover maneggiare il telefono cellulare. La comodità di poter “indossare” uno smartphone si rivela particolarmente interessante soprattutto in determinati frangenti, ovvero ad esempio mentre si pratica sport, per garantirsi il desiderato Fitness Tracking, mentre si è in viaggio, mentre si cammina, magari in una città che non ci conosce, e si vuole usufruire di un comodo navigatore satellitare, oppure mentre si è a lavoro: laddove l’utilizzo dello smartphone non è possibile, o semplicemente non è agevole, lo smartwatch sa sostituirsi al meglio al cellulare Android. L’estetica degli “smartphone da polso” Non bisogna trascurare il fatto che i più moderni smartwatch presentano un’estetica pregevole: per quanto riguarda alcuni modelli, infatti, non solo è impossibile riconoscere che si tratti di smartwatch piuttosto che di comuni orologi da polso, ma il loro design si rivela assai accattivante, tanto da poter essere sfoggiati con successo anche con un outfit formale o particolarmente elegante. In tal senso, gli esempi sono numerosi: nella linea “Wearable Technology” di LG il modello LG G Watch Urbane è una vera chicca di stile, un orologio degno della miglior gioielleria, con cassa in acciaio e cinturino in vera pelle impunturata, che racchiude al proprio interno una tecnologia davvero immensa. Smartwatch e smartphone, un abbinamento vincente E allora, gli smartwatch riusciranno realmente a sostituire gli smartphone? Sebbene questi dispositivi siano assolutamente destinati a diffondersi in modo importante, anche in considerazione dei loro costi tutt’altro che proibitivi, è difficile immaginare che uno strumento tecnologico che ha raggiunto un livello di diffusione davvero massimo quale il cellulare Android possa essere sostituito...

Read More

Le offerte di Sky su fibra ottica

Le offerte di Sky su fibra ottica

Fastweb e Sky insieme per offrire il meglio Da oggi Sky permette di navigare e godere dei servizi tv ed internet ad una velocità mai sperimentata prima. La partnership con Fastweb permette a chiunque di poter usufruire della banda ultra larga ad un prezzo inarrivabile e, grazie alla tecnologia della fibra ottica sviluppata ed offerta da Fastweb, di correre in rete alla velocità di 100 mega byte al secondo grazie alla superlativa opzione denominata UltraFibra, completamente gratuita durante tutto il primo anno di abbonamento. I vantaggi della fibra ottica Sky La fibra ottica Sky e Fastweb migliora le prestazioni della comune ADSL e le eleva a potenza: la fibra ottica è in grado di gestire un’altissima trasmissione di dati attraverso il doppino telefonico, rendendo la connessione ad internet sensibilmente più stabile e veloce. La velocità di connessione offerta da Sky è di gran lunga la più elevata del mercato: Fastweb migliora la rapidità di trasmissione e ricezione dei dati e, fra le altre cose, rende indimenticabile l’esperienza di gioco online. La fibra ottica di Sky e Fastweb è unica e funziona sia per internet che per la tv di casa: la banda ultra larga offre il miglior servizio a costi incredibilmente contenuti ed insieme ai vantaggi già elencati, unisce un’elevata offerta di contenuti tv Sky adatti a tutte le fasce d’età e a tutti i componenti della famiglia. La fibra ottica Sky proietta nel futuro Innanzitutto è importante chiarire il concetto di fibra ottica. Questa tecnologia innovativa rappresenta l’evoluzione della comune ADSL ed offre una connessione a banda ultra larga, capace di migliorare nettamente la velocità di navigazione. Tutto ciò è reso possibile dalla fibra di vetro e dai polimeri impiegati nella cablazione, lungo i quali corrono i dati sensibili. Ogni singolo filamento utilizzato per la fibra ottica ha una struttura tubolare recante una sezione interna trasparente ed una esterna opaca ed isolante. Fibra ottica Sky o ADSL? La fibra ottica trasmette i segnali a velocità sostenute e largamente più elevate rispetto alla comune rete ADSL. Questo perché all’interno dei cavi sopracitati transitano flussi di fotoni. Inoltre, la fibra ottica non conosce il degrado progressivo del segnale che affligge la tecnologia ADSL. La velocità della fibra ottica può realmente raggiungere livelli mai sperimentati prima e addirittura pari a quasi un Gigabyte per secondo. L’affidabilità dei cavi di trasmissione della fibra ottica è incrementata dall’assenza dei disturbi elettrici ai quali sono immuni i materiali impiegati, nonché dalla scarsa sensibilità ai cambi repentini di temperatura e dalla spiccata resistenza alle condizioni atmosferiche. Tutto ciò fa in modo che gli inconvenienti ed i malfunzionamenti vengano ridotti al minimo e la durata nel tempo dei materiali impiegati sia molto elevata. Fibra ottica Sky...

Read More

Come si sceglie la migliore offerta internet? Consigli utili per l’acquisto

Come si sceglie la migliore offerta internet? Consigli utili per l’acquisto

Come si sceglie una buona offerta internet che sia funzionale e allo stesso tempo non troppo onerosa? sicuramente quella che garantisce un servizio al consumatore in linea con le proprie aspettative. A questo proposito il primo passaggio per districarsi nella selva di offerte e ribassi, canoni e dotazioni tecnologiche poderose, è comprendere a pieno cosa sia il servizio che stiamo per acquistare: siete sicuri di sapere ad esempio cosa sia la tecnologia ADSL e perché le sue caratteristiche tecniche siano cosi apprezzate sul mercato dei servizi di abbonamento on line? cosa significa ADSL Innanzitutto partiamo dal significato di questa sigla: ADSL è un acronimo per “Asymmetrical Digital Subscriber Line”, ovvero “Abbonamento digitale Asimmetrico”, una modalità di trasmissione dei dati che sfrutta in larga parte le capacità induttive del rame, presente nei cavi telefonici già presenti nelle nostre case. Nel nome ADSL quindi è già compresa la dimensione commerciale del servizio di trasmissione dati pensato per abbonati e consumatori non professionali. come trasmette l’adsl? Nella scelta ottimale di un servizio ADSL incide in maniera preponderante la dotazione infrastrutturale di base: difatti il successo delle offerte internet legate in ADSL è dovuto in larga parte alla semplicità di installazione dell’apparato di ricezione del segnale: nella gran parte dei casi infatti per avere un buon segnale non servono grandi interventi strutturali , sopratutto se già presente una linea telefonica. E’ proprio sulla tecnologia preesistente, quella della trasmissione analogica della voce, che i dati vengono trasmessi sfruttando le frequenze possono attraversare i fili di rame in maniera analoga alla voce umana: la differenza sta nella frequenza di trasmissione:nel doppino che arriva nelle nostre case l’intervallo tra 0 e 4 kHz permette la comunicazione voce mentre quello che supera i 25,8 kHz riguarda la trasmissione dati in DSL. cos’è il modem? Elemento imprescindibile da ogni offerta internet che si rispetti è la dotazione inclusa o meno del modem. il nome tecnico è la contrazione del lavoro che svolge: infatti il modem altro non è che modulatore/demodulatore di corrente elettrica con cui giungono le lunghe file di dati. Con questa operazione di ricezione e di rimodulazione dei dati il modem traduce il linguaggio elettronico composto dai Bit in quello che noi siamo soliti usare, dalle lettere ai video. Il modem è esso stesso lo specchio dell’evoluzione tecnica legato al settore delle telecomunicazioni digitali: in breve tempo siamo passati dalla decodificazioni di segnali semplici come gli impulsi sonori alla ricezione di grandi pacchetti di dati capaci di farci arrivare a casa interi film o metterci in collegamento diretto con eventi sportivi. un passaggio enorme di sviluppo tecnologico che sta alla base del proliferare delle offerte internet per la casa. La velocità dell’ADSL? Altro elemento da valutare...

Read More

Tutto quello che c’è da sapere sui kit allarme casa

Tutto quello che c’è da sapere sui kit allarme casa

Quando si parla di antifurti si parla di sicurezza della vostra casa è necessario valutare numerosi fattori per evitare spiacevoli sorprese. Primo fra tutti è il fattore qualità comprare ed installare un kit allarme casa non deve essere fatto con leggerezza e soppesando il portafoglio, risparmiare qualche centinaia d’uro adesso potrebbe compromettere la sicurezza della nostra abitazione e costarci molto di più sia in moneta che in tranquillità. Caratteristiche del KIT allarme casa Ecco cosa si dovrebbe trovare all’interno di un buon kit allarme casa: la centralina, il pannello di controllo, i diversi tipi di sensori (da parete e da finestra) e la sirena. La centralina è il cuore del sistema: riceve i segnali dai sensori, stabilendo i presupposti per far scattare l’allarme. I sensori che troverete nei kit di solito sono di due tipi: a infrarossi, che rilevano le variazioni di calore e offrono una protezione volumetrica degli ambienti, e gli interruttori magnetici, che una volta applicati su infissi di porte e finestre, segnalano l’intrusione alla centralina una volta che questi vengono aperti, offrendo una protezione perimetrale. La sirena, da sistemare all’esterno, in un punto ben visibile, segnala l’intrusione al vicinato, ma ha anche un’importante funzione deterrente.  Sistemi fai da te: consigli utili per il tuo kit allarme casa Infatti i sistemi di allarme wireless non sostituiscono la sicurezza offerta da porte blindate, ma sono utili complementi ai sistemi di sicurezza passiva. Una delle loro funzioni, oltre a segnalare l’effrazione, è anche quella di scoraggiarla prima che avvenga: una sirena ben visibile sul balcone, comunica ai ladri che la loro intrusione difficilmente passerà inosservata. Se poi i malintenzionati non desistono, è fondamentale sistemare i vari componenti nei punti giusti della casa, in modo che il sistema non sia manomesso velocemente, lasciandoli indisturbati. Nella nostra guida troverete consigli utili sul tipo di centralina da scegliere, sui punti giusti della casa in cui sistemarla e installare i vari sensori, e infine sui tempi di durata delle batterie. In più vi indichiamo alcuni accorgimenti utili per evitare che scattino falsi allarmi. Collegare il sistema di allarme ai servizi delle forze dell’ordine se il sistema di allarme è dotato di combinatore telefonico, potete collegarlo ai servizi 112 e 113. In base al tipo di sistema installato potete scegliere fra il servizio offerto da Polizia e Carabinieri. Vi indichiamo le procedure per richiedere il...

Read More